giovedì 5 febbraio 2009

Il telecomando "kamaleonte"

Oggi si parla di una piccola grande semplificazione della vita di un teledipendente.
Facciamo 2 conti di quello che, tipicamente, abbiamo in casa e che orbita intorno alla TV.
Un televisore oramai si porta dietro un lettore DVD (blue-ray per quelli "avanti"), un decoder digitale terrestre e/o un decoder SKY, un impianto home-theater.
Fa un totale di circa 5 telecomandi, qualcosa di meno per i fortunati che hanno diversi apparecchi della stessa marca per cui è possibile usare il telecomando di uno sull'altro.
Alternative?
Io ho in casa la versione 2005 del Kamaleon, che raggruppa le funzionalità di tutto quello che ho elencato e consente anche la programmazione di tasti specifici facendogli imparare il segnale infrarossi di un telecomando qualsiasi (se fossi meno pigro potrei pilotarci anche i condizionatori).
Il risultato è un unico oggetto vicino alla poltrona, con una superfice nera sensibile al tocco che rivela i tasti in blue elettrico (molto cool) al primo sfioramento.
La disposizione dei tasti ovviamente varia a seconda di ciò che si vuole comandare e dell'area funzionale attiva per lo specifico dispositivo.